Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Triennale in Infermieristica

Stage e tirocini - Attività formative professionalizzanti

L’attività di tirocinio rappresenta un punto determinante per la qualità della formazione infermieristica  e per tutti i Corsi di studio della Scuola di Scienze della Salute Umana, attraverso la quale la metodologia teorica e le discipline di base si avvicinano alle concrete attività proprie delle specifiche professioni.

Il percorso di tirocinio va interpretato come una situazione che permette sia di affrontare nuovi contenuti che di apprendere capacità cliniche e relazionali non altrimenti acquisibili.

Si tratta di un percorso definito da obiettivi che integrano, arricchiscono e verificano gli apprendimenti teorici attraverso l’esperienza diretta intesa non solo come applicazione di quanto appreso in teoria ma come una maggiore maturazione e consapevolezza professionale.

Secondo quanto stabilito dal piano di studi del Corso di Laurea in Infermieristica (piano di studi ex L. 270/04) le attività professionalizzanti, di cui il tirocinio è parte integrante, prevedono che i crediti siano così ripartiti nei 3 anni di corso:

ANNO DI CORSO INSEGNAMENTO' MODULO CFU PROPEDEUTICA'

1° ANNO

Attività formative professionalizzanti I

Infermieristica clinica

3

Propedeutico per l'ammissione al 2° anno

Tirocinio clinico

14

Laboratorio

2

2° ANNO

Attività formative professionalizzanti II

Tirocinio clinico

19

Propedeutico per l'ammissione al 3° anno

Laboratorio

1

3° ANNO

Attività formative professionalizzanti III

Tirocinio clinico

27

 

 

Al termine del triennio lo studente sarà in grado di:

  • comprendere i  campi di intervento dell’infermieristica, del metodo clinico che guida un approccio efficace all’assistenza, delle tecniche operative di intervento e delle evidenze che guidano la presa di decisioni
  • integrare le conoscenze, le abilità e le attitudini dell’assistenza per erogare cure infermieristiche sicure, efficaci e basate sulle evidenze;
  • utilizzare un corpo di conoscenze teoriche derivanti dal Nursing, dalle scienze biologiche comportamentali e sociali e da altre discipline per riconoscere i bisogni delle persone assistite nelle varie età e stadi di sviluppo della vita;
  • integrare le conoscenze infermieristiche teoriche e pratiche con le scienze biologiche, psicologiche, socio-culturali e umanistiche utili per comprendere la complessità di individui di tutte le età, gruppi e comunità;
  • utilizzare modelli teorici e modelli di ruolo all’interno del processo di assistenza per facilitare la crescita, lo sviluppo e l’adattamento nella promozione, mantenimento e recupero della salute dei cittadini;
  • interpretare e applicare i risultati della ricerca alla pratica infermieristica e collegare i processi di ricerca allo sviluppo teorico della disciplina infermieristica;
  • erogare un’assistenza infermieristica sicura e basata sulle evidenze per raggiungere i risultati di salute o uno stato di compenso dell’assistito;
  • condurre una valutazione completa e sistematica dei bisogni di assistenza del singolo individuo;
  • utilizzare tecniche di valutazione per raccogliere dati in modo accurato sui principali problemi di salute degli assistiti;
  • analizzare e interpretare in modo accurato i dati raccolti mediante l’accertamento dell’assistito;
  • pianificare l’erogazione dell’assistenza infermieristica in collaborazione con gli utenti e con il team di cura interdisciplinare;
  • valutare i progressi delle cure in collaborazione con il team interdisciplinare;
  • facilitare lo sviluppo ed il mantenimento di un ambiente sicuro per l’assistito garantendo costante vigilanza infermieristica;
  • gestire una varietà di attività che sono richieste per erogare l’assistenza infermieristica ai pazienti in diversi contesti di cura, sia ospedalieri sia territoriali e residenziali.
 
ultimo aggiornamento: 25-Mag-2017
UniFI Scuola di Scienze della Salute Umana Home Page

Inizio pagina